Servizi > Sand Play

Sand Play

La Sand Play Therapy è un metodo terapeutico ideato da Dora Kalff, celebre allieva junghiana, che permette di rappresentare il proprio mondo interiore, stimolando il gioco simbolico con oggetti archetipici che divengono catalizzatori dei vissuti proiettati nelle scatole della sabbia.

Bambini e ragazzi, nel loro percorso di crescita, si trovano talvolta ad affrontare momenti difficili e conflittuali che possono disorientarli o farli soffrire.  Separazioni genitoriali, lutti o anche fasi evolutive disarmoniche e cariche di impulsività regressiva o emancipativa sono spesso fulcro di confusione ed angoscia che si ripercuote in tutto il sistema familiare.

I genitori, a loro volta, possono sentirsi smarriti dinnanzi a un figlio che manifesta in modo più o meno intenso un disagio che difficilmente viene tradotto in parola. Ecco che adulti e bambini sperimentano vissuti di impotenza, rabbia, preoccupazione e fatica che si mescolano tra di loro rendendo ancor più complessa l’attribuzione di un significato condiviso a gesti e parole che in altri momenti erano invece  immediatamente decifrabili. Le fragilità ed i conflitti che non trovano parole, necessitano spesso di un altro canale di traduzione che ne permetta non solo l’espressione ma anche la condivisione e l’attribuzione di significato.

La Sand Play offre la possibilità di accedere ad una dimensione simbolica che favorisce la rappresentazione di affetti, conflitti e relazioni che costellano il mondo interno bambino. Le scatole della sabbia permettono infatti di mettere in scena se stessi, con le proprie fatiche e soprattutto le proprie risorse,  attraverso una modalità dinamica, trovando una forma simbolica ed un significato alla propria esperienza interna. La dimensione inconscia coordina l’evento del muoversi, dello scegliere gli oggetti, del costruire la scena, rappresentano mondi e storie che non sono casuali, bensì  auto-rappresentazionali anche nei termini di una possibile via di risoluzione del problema. Emozioni  e rappresentazioni conflittuali o contrastanti rendono i bambini in balia di una tensione interna che attiva agiti o negazioni al fine di sedare i propri vissuti o polarizzare le proprie esperienze, lasciando scarso margine ai processi elaborativi.

Il laboratorio “Sand Play” si pone l’obiettivo di offrire a bambini e ragazzi un canale d’espressione simbolica che  permetta loro di tradurre fatiche, disagi e risorse ed ai loro genitori di comprendere e dare significato. Il laboratorio prevede un incontro iniziale con i genitori, quattro incontri con il minore ed un ultimo incontro restitutivo con gli adulti.