Di: gecoadmin di giovedì 26 novembre 2015 19:06

Dona un laboratorio, dona un’emozione

Dona un’emozione

laboratorio emozioni ottobre 049

Nel 2015, Il Geco Società Cooperativa Sociale ONLUS, grazie alle donazioni del 5 per mille, ha contribuito a regalare quattro laboratori a bambini non abbienti o collocati in un contesto comunitario. Il nostro obiettivo per il 2016 è di raddoppiare questo numero.

E’ possibile contribuire a questo meraviglioso obiettivo con una donazione, permettendo ad un bimbo la possibilità di partecipare ad uno dei laboratori “ricucire le emozioni” od “emozioni in scena”.

I laboratori permettono a bambini che vivono lontani dalle loro famiglie di partecipare ad un’esperienza creativa in cui poter dare libera espressione, attraverso canali non verbali, a stati d’animo talora troppo complessi da comunicare.

“Per questi bambini è sicuramente faticoso immaginare un futuro ed una condizione di benessere a lungo termine: essi vivono una fase transitoria ed incerta che conduce spesso al congelamento delle loro emozioni, impedendogli così di apprendere strategie per imparare a riconoscerle ed a controllarle.” afferma la Dott.ssa Cecilia Ragaini – presidente della Onlus.

Il ruolo de Il Geco Onlus è dunque quello di fare da guida al bambino, accompagnandolo in questo percorso di scoperta degli aspetti psicoemotivi e affettivi del Sé, favorendo un’esperienza tra pari che rappresenti un “prodotto unico” appagante perché frutto della propria immaginazione e creatività.

Il progetto viene svolto in collaborazione con l’istituto Buon Pastore di Milano, che ha 6 comunità alloggio che ospitano bambini e bambine temporaneamente allontanati dalle proprie famiglie. L’intervento sui minorenni accolti in queste comunità ha come obiettivo quello di offrire un ambiente sereno, dove trovare uno spazio personale di conoscenza e rielaborazione dei propri problemi. L’organizzazione della comunità rispecchia il modello familiare e si caratterizza come luogo dove gli operatori conciliano gli aspetti di cura del bambino con gli aspetti normativi ed educativi. La gestione delle comunità contempla: la presa in carico delle problematiche evolutive dei bambini e delle bambine ospiti, il rapporto costante con le famiglie d’origine, con i Servizi Sociali e il Tribunale per i Minorenni, il lavoro di rete con gli specialisti, la formazione degli operatori.

Aiutateci a donare a 8 bambini il sostegno nel faticoso percorso lontano dalla loro famiglia.

Regalandolo per Natale, riceverai un biglietto di auguri per la persona a cui lo donerai.

 

 

 

Visualizza la nostra locandina